Piscine di Adria, corsi di nuoto, sport e relax  

Categoria Sant'Urbano

Domenica 13 dicembre a Sant’Urbano si è svolta la seconda giornata dell’attività di categoria e i risultati non sono mancati per gli atleti dell’Adria Nuoto,. Già alla prima giornata a Legnago domenica 22 novembre ha visto i primi segni di un ottimo inizio, infatti, Alex Modenese ha subito centrato l’obiettivo stagionale con il pass per gli italiani di categoria nei 200 rana con un ottimo 2’21”1, suo nuovo record personale e a sant’urbano, ha migliorato ulteriormente il suo record personale di ben 2 secondi nella gara più breve i 100 rana riuscendo a fermare il cronometro a 1’04”8 (suo precedente 1’06”9).

La prima a scendere in acqua domenica a Sant’Urbano è stata Elena Lazzarin nei 200 stile libero ottenendo il suo primato personale con un bel 2’23”0, a seguire nella stessa distanza anche la categoria maschile con Alberto Cavallaro e Andrea Meazzo, entrambi hanno fermato il cronometro rispettivamente a 2’01”5 e 2’02”5… record personali. Nei 100 rana femminili si sono presentate ai blocchi di partenza Alice Mosca e Anna Bergamin coprendo la distanza in 1’33”2 e 1’41”8 per i maschi i 100 rana ha visto scendere in acqua Alex Modenese con il suo 1’04”8  che ha stravinto la classifica assoluta e ha ottenuto il tempo per i campionati italiani di categoria a Riccione a fine marzo. Stefano Bergamin con il tempo di 1’14”6. Federico Dan, nuovo in questa categoria visto che l’anno scorso partecipava nelle categorie esordienti, si è subito messo in evidenza fermando il cronometro a 1’18”5 dimostrando che anche se è uno tra i più giovani ha le idee ben chiare di dove vuole arrivare. Jacopo Lionello e Tommaso Brunelli nuovi pure loro per questa categoria hanno fermato il cronometro a 1’26”8 e 1’27”0. La giornata prosegue con i 50 dorso dove le giovani Anna Sacchetto e Anna Tessarin hanno nuotato il più veloce possibile fermando il tempo a 36”3 e a 38”4. Nella Gara dei 100 delfino Sara Casetto è partita per fermare il cronometro al suo record personale,  la sua determinazione e il buon stato di forma le hanno fatto ottenere un ottimo risultato… il nuovo record personale di 1’14”8 il (suo precedente era 1’26”0). Per i maschi i 100 delfino è stata una sfida fra Alex Modenese, Michele Vegro e Andrea Meazzo dove è il più veloce fra i tre è stato Alex con un ottimo 1’00”7, Michele ha nuotato in 1’01”8 e Andrea in 1’03”1 tutti e tre hanno fatto il loro nuovo record personale. Nella gara più attesa della giornata, i 50 stile libero sono scese in acqua per prime le ragazze con Sara Casetto che, ancora carica dei suoi 100 delfino, ha formato il crono a 29”5 abbattendo il muro dei 30”, tanto cercato per tutto l’anno scorso. Le compagne di squadra Elena Lazzarin, Chiara Cester, Anna Sacchetto, Alice Mosca, Anna Tessarin e Anna Bergamin nuotando rispettivamente con 30”1, 32”0, 32”2, 32”9, 34”1 e 37”8. I settore maschile ha visto Michele Vegro nuotare e fermare il cronometro a 24”8, solo per 3 dicimi di secondo non riesce a fare il tempo minimo per partecipare ai campionati italiani giovanili. Alberto Cavallaro ha fermato il crono a solo 1 decimo di secondo da Michele con 24”9. Il giovane Federico Dan ha fatto il suo nuovo record personale 28”5, Stefano Bergamin, Jacopo Lionello e Tommaso Brunelli fermano le lancette del crono a 28”7, 30”6, 35”5. Termina la lunghissima giornata Chiara Cester con i 200 dorso con il suo nuovo record di 3’00”8.